27 febbraio 2015

LEASING

Oggi parliamo di Leasing, uno strumento finanziario molto utilizzato sia in ambito impresariale, sia in ambito familiare.

Il contratto di leasing è un operazione finanziaria mista tra il contratto di locazione e il contratto di vendita con riserva di proprietà.

In pratica, nel leasing un soggetto cede ad un altro soggetto il diritto di utilizzare un bene a fronte del pagamento di un canone periodico.
L'utilizzatore ha la facoltá di acquistare il bene alla scadenza del contratto ad un prezzo di riscatto precedentemente concordato.

Il leasing prevede un primo canone, detto anche maxi-rata che di regola risulta molto piú elevato dei successivi canoni. Questa pratica permette al locatario di soddisfare in parte la possibile perdita del cliente, se questo decidesse di non onorare i successivi pagamenti.

Secondo le leggi italiane, il leasing si distingue in operativo e finanziario.
Il leasing operativo è un tipo di leasing che non prevede obbligatoriamente la presenza dei tre operatori tipici presenti nel leasing standard.
Si parla di leasing operativo sia nel caso in cui il bene venga offerto direttamente da chi costruisce il bene, sia quando il bene costruito viene invece acquistato da un terzo soggetto che poi lo 'offre' in leasing al locatore, a fronte di un canone che di solito comprende anche costi di manutenzione, assicurazione e assistenza.
Il leasing finanziario invece si manifesta usualmente con un rapporto trilaterale tra un intermediario, un utilizzatore ed un fornitore.
L'intermediario, detto anche locatore, acquista il bene dal fornitore, o produttore, che vende al locatore il bene da dare in leasing ed esce di scena. La societá di leasing offre in leasing all'utilizzatore; l'utilizzatore, detto anche locatario o conduttore, utilizza il bene come se fosse di sua proprietá.
I leasing statisticamente piú utilizzati sono il leasing immobiliare, il leasing auto ed il leasing nautico.
Il leasing immobiliare è un tipo di leasing che si utilizza solitamente per l'acquisto appunto di immobili.
Nella pratica si tratta di una semplice operazione di finanziamento a lungo termine, esattamente come il mutuo.
A conti fatti peró, il leasing immobiliario presenta molti piú vantaggi.
La societá immobiliare acquista l'immobile dal costruttore, quindi la offre in leasing all'utilizzatore.
L'utilizzatore pagherá un canone, il cui tasso sará fissato in base ai tassi di mercato, alla sua situazione finanziaria, alla durata del contratto e dell'importo finanziato.
Quando il contratto di leasing scade, l'utilizzatore ha la possibilitá di riscattare l'immobile, cioé di acquistarlo ad un prezzo stabilito al momento della stipula del contratto di leasing.
Il principale vantaggio sta nel fatto che il leasing offre finanziamenti del 100%, mentre i mutui difficilmente raggiungono i 4/5 del valore dell'immobile.
Il leasing auto invece è un contratto di locazione finanziaria che offre al cliente flessibilità e convenienza, quando questo non vuole o non puó impegnare una grossa somma di denaro per acquistare un'automobile in una unica soluzione.
Il contratto di leasing prevede il pagamento di un canone periodico.
Esistono numerosi contratti di leasing, tutti peró prevedono una maxi rata iniziale, per evitare il rischio di perdita, in caso di insolvenza del cliente. La maxi rata iniziale puó essere evitata solo scegliendo un piano di pagamenti a rate costanti.
Un altro tipo di leasing di cui si sente tanto parlare è il leasing nautico.
Si tratta di un tipo di leasing destinato a clienti privati o ad imprese che desiderano possedere un'imbarcazione, ma che non vogliono o non possono permettersi di esborsare inizialmente cifre esorbitanti.
Nel contratto di leasing, con una spesa realmente irrisoria rispetto al valore dell'imbarcazione (a parte la maxi-rata iniziale), l'utilizzatore del bene potrá utilizzarlo come se fosse di proprietá, pagando mensilmente il canone concordato.