1 marzo 2015

IMPRENDITORIA GIOVANILE

Come ben si sa, il tasso di disoccupazione giovanile in Italia risulta essere uno dei piú alti d'Europa.

Il Governo italiano cerca in tutti i modi di frenare questa piaga con una serie di sconti effettivi e benefici a favore di questa categoria di cittadini tanto svantaggiati dalla crisi economica.
In questo blog commenteremo spesso e volentieri tutte quelle misure e quelle notizie legate all' imprenditoria giovanile.
Ad oggi esistono molte misure che intendono dare un vantaggio ai giovani al di sotto dei 35 anni, ma di cui non si parla abbastanza.
Per esempio, esistono moltissimi Prestiti d’onore dedicati ai giovani, come i Prestiti d'onore per studenti o i prestiti d'onore per giovani laureati.

Iniziative di questo tipo sono davvero degne di attenzione, anche perché negli ultimi tempi è difficile trovare enti che investano nella preparazioni di giovani talenti, ma le informazioni scarseggiano.
Parliamo per esempio di Fondi, creati dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri che sembrano non ricalcare le solite regole che rendono inaccessibile i prestiti.
Si tratta di prestiti sull'onore che vengono offerti a giovani tra i 18 ed i 40 anni, senza la richiesta di garanzie aggiuntive oltre a quella governativa.
Sembra impossibile ma risulta assolutamente vero.
Altri finanziamenti attivi al momento sono per esempio quelli dedicati alle start up innovative. Si tratta di prestiti agevolati, senza interessi, nella forma della sovvenzione rimborsabile, per un importo pari al 70% delle spese e/o costi ammissibili.
Sono inoltre previsti degli aiuti sotto forma di servizi, finalizzati a trasferire ai soggetti beneficiari competenze specialistiche per la corretta fruizione delle agevolazioni, dell’accesso al mercato dei capitali, del marketing, dell’organizzazione delle risorse umane, dell’innovazione e trasferimento tecnologico.
Inoltre, nel caso di start-up innovative la cui compagine sia interamente costituita da giovani di età non superiore ai 35 anni e/o da donne (ed altri casi stabiliti dal Bando) l’importo del finanziamento agevolato è pari all’80% delle spese ammissibili.
Altre buone possibilitá sono nate dal cosiddetto Decreto Cresci Italia che ha creato di fatto una nuova forma di societá, o meglio di Societá a Responsabilitá Limitata Semplificata.
L'attuale crisi economica ha infatto spinto il Governo Monti a intrapprendere straordinarie ed urgenti misure per favorire la crescita economica e la competitivitá del Paese, anche al fine di tornare ad allinearsi economicamente ad altri Paesi europei che hanno risentito meno della crisi globale, ma soprattutto di aiutare e coinvolgere in solide attivitá lavorative tutta quella fascia di giovani ad oggi assolutamente esclusa dai processi produttivi.
Per saperne di piú seguite assiduamente il nostro blog!