20 marzo 2015

SPESE DEDUCIBILI 730

Tempo di dichiarazione dei redditi.

Spese Deducibili 730
Spese Deducibili 730

Vediamo di ricordare i documenti che tutti i contribuenti devono presentare. Ovviamente accenneremo a tutti i documenti relativi a spese deducibili e non solo alla documentazione relativa a crediti, prestiti e mutui.

1) fotocopia del codice fiscale e del documento di identitá proprio e dei familiari a carico;
2) fotocopia della Certificazione Unica, oppure del modello 730 dell'anno passato, ultima busta paga;
3) deleghe di pagamento degli acconti Irpef, se presenti;
4) certificazioni di indennità o importi erogati da INPS, INAIL, ecc..;

5) documenti relativi alla presenza di altri redditi come dividendi, prestazioni occasionali, rapporti di collaborazione, ecc..;
6) documenti relativi ad attivitá mobili ed immobili presenti all'estero;
7) spese sanitarie con ricetta medica, scontrini della farmacia, documentazione relativa a visite specialistiche private ed esami di laboratorio, fatture di studi dentistici, scontrini relativi ad acquisti omeopatici, tutte le ricevute legate ad eventuali ricoveri, degenze, radiografie, ecc,,, fatture di acquisto occhiali o lenti, apparecchi per l’udito, attrezzature sanitarie, o spese sostenute per portatori di handicap, compresi acquisto o affitto di veicoli, ricevute di acquisto di cani guida, spese sanitarie ffettuate ma rateizzate in anni precedenti;
8) interessi passivi di mutui ipotecari per abitazione principale, interessi passivi su mutui per altri immobili, interessi passivi su mutui per recupero edilizio;
9) spese e documentazione relativa a interventi di recupero edilizio e spese per risparmio energetico, involucro edifici, climatizzazione, pannelli solari, sostituzione frigoriferi, congelatori;
10) documenti relativi ad assicurazioni sulla vita, assicurazioni infortuni, rischio di morte, invalidità permanente;
11) documenti relativi a tutti i tipi di contributi: volontari, obbligatori, per personale domestico, contributi INAIL casalinghe, fondi pensione integrativi;
12) assegni corrisposti dal coniuge, tranne quota di mantenimento per i figli e mantenimento;
13) versamenti di tasse scolastiche scuola secondaria e universitaria e spese sostenute per locazioni per studenti fuori sede;
14) ricevute e spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale per persone non autosufficienti appartenenti al nucleo familiare.
15) ricevute donanzioni: erogazioni liberali ad associazioni sportive dilettantistiche, a istituzioni o associazioni, partiti politici o enti religiosi;
16) spese veterinarie, spese per asili nido, spese funebri;
17) scelta del 5 e dell’8 per mille.
18) documentazione relativa a fabbricati o immobili o terreni, visure aggiornate, contratti di affitto per i locatori che hanno concesso in locazione gli immobili, deleghe di versamento dell'acconto e del saldo IMU.

Novitá di quest'anno: circa 20 milioni di contribuenti, potranno, a partire dal 15 aprile scaricare la propria dichiarazione, già precompilata in tutto o in parte dall'Agenzia delle Entrate.

La dichiarazione precompilata può essere reperita, dall’1 maggio al 7 luglio, direttamente dal singolo contribuente, nell'area autenticata del sito dell'Agenzia delle Entrate.
Il Fisco conosce già redditi da lavoro o da pensione, carichi familiari, spese per mutui, contratti d’affitto e compravendite immobiliari.
Il modello precompilato potrà essere accettato o modificato.
Resta ferma la possibilità, comunque, di presentare una dichiarazione dei redditi con un modello 730 ordinario.
Ovviamente sottolineiamo che la lista non è esaustiva ed invitiamo i lettori a leggere le istruzioni della dichiarazione dei redditi per ulteriori informazioni.